martedì 8 luglio 2014

Il cielo


Questa è la definizione di cielo (tratta di wikipedia):

"Il cielo è l'atmosfera della Terra o, per estensione, di un qualsiasi altro corpo celeste, vista dalla superficie. A causa della rifrazione e diffusione della luce del sole nell'atmosfera, di giorno il cielo appare di colore azzurro, con sfumature rosse o gialle all'alba e al tramonto. In caso di fenomeni meteorologici in corso, esso assume una colorazione grigiastra, più o meno scura. Di notte invece il cielo è buio e, quando non vi siano nuvole, vi si vedono la Luna (quando è sopra l'orizzonte) e le stelle: in questo caso si parla di cielo stellato.
Il colore azzurro del cielo è più scuro in alta montagna, a causa della minore densità dell'atmosfera. Sulla Luna, e su tutti i corpi celesti dove l'atmosfera manca del tutto, il "cielo" è perennemente nero e le stelle sono visibili anche di giorno."


Ma questa definizione non rende bene giustizia a quello che realmente è e noi riusciamo a percepire e vedere.

In questi giorni di continui temporali, i nostri occhi, ed in questo caso la mia reflex, lo vedono così....





(alberi tra temporale e sole)




Se noi aggiungessimo anche dell'acqua?????

Ecco l'effetto specchio....





E già che ci siamo, aggiungiamo anche un riflesso del sole al tramonto....







Tutto questo ci fa capire ancora che di più che il nostro pianeta Terra è unico, non dovremmo mai dimenticarlo.

Non sfruttiamolo questo piccolo puntino nell'universo, vogliamogli bene..... AMIAMOLO!!!!!!!!!

Noi esistiamo perché lui esiste!!!!......



Andrea


martedì 3 giugno 2014

Lago di Loppio


Questa è stata una gran gran bella uscita... non per la difficoltà o per lo sforzo, il bello è stato sentirsi raccontare dal vivo la storia di questo lago, dalle persone che lo hanno vissuto.

Non vi racconto la storia ma vi rimando a questo link.

Se avete letto la sua breve e disastrosa storia capirete da soli l'importanza che questa pozza di acqua ha avuto e deve avere tutt'ora, per questo si stanno facendo molti sforzi per ripristinare il tutto.

Ora è molto caratteristico, perché si vedono faggi, e altre alberi autoctoni ad alto fusto in mezzo al lago, ma sono destinati a marcire e a cadere, ma tutto questo serve per riportare "all'antico splendore" questo lago di vitale importanza per fauna e flora.















In questo lago c'è anche una piccola isola, l'isola di S. Andrea, con diversi reperti archeologici importanti (di cui tralascio le classiche foto), ma io voglio soffermarmi sul paesaggio che si vede sulla cime di questa piccola isola...









Facendo il giro da dove un gran pezzo di montagna è franato, si può ammirare la parte del lago incontaminata e non molto frequentata da turisti.





Molte specie vivono e si sono insediate in questo lago (molte altre se ne sono andate ma stanno tornando) e proprio per questo motivo è fondamentale ripristinare il tutto.


Si vedono moltissimi aironi, volare a pelo d'acqua o danzare nel cielo.









Con un po' di calma si possono vedere anche altri uccelli, come per esempio il picchio. (qui potrete vedere solo la casa..... vuota....)






Mentre questa foto vi chiederete che roba è??? vero???



Queste non sono nient'altro che strade.... si strade... strade per le rane, in questo modo possono andare a riprodursi indisturbate, senza che passanti o altro le schiaccino. Grazie a questi canali riescono ad attraversare la strada indisturbate e finire direttamente nel lago, così non possono nemmeno perdersi. (in autunno, primavere ce ne sono veramente a migliaia)


Ripeto.... questa escursione mi è molto molto molto piaciuta, spero ce ne siano delle altre così.



A presto

Andrea


venerdì 30 maggio 2014

Cremona


Con questo post voglio solamente mostrarvi qualche foto di una città, che ho scoperto essere meravigliosa!!!!!!!!!!

La città di Cremona.....

Con il torrazzo, il duomo, le varie piazze, ecc ecc...

Proprio tutta da scoprire, soprattutto di sera........ ;-)




















Non è affatto una città da sottovalutare, anzi, nel bel mezzo della pianura a ridosso del Po e con un bel centro storico (seppur piccolo), cala assolutamente la pena di essere visitata.



A presto (con i "soliti" post naturalistici)


Andrea



giovedì 15 maggio 2014

Zara ci porta in gita


Vi chiederete ma chi è Zara????

E' il cane, o meglio la cagna, di un mio amico.... Davide...

Abbiamo deciso di fare questa passeggiata sul Baldo non tanto per noi, ma per testare "le ruote motrici" di Zara.

Non vi dico nemmeno il risultato perché non c'è stata proprio storia..... fin da subito....


(Questa gita fuori porta risale ad ormai 2 mesi fa.... e vi prometto che in futuro cercherò di tenere più aggiornato questo blog.)



Ora vi lascio con la consueta carrellata di immagini....


La primavera sta arrivando, la neve si scioglie e lascia spazio ai fiori che spuntano dall'erbetta...








Per arrivare in cresta.... bella salitina no??? (neve mista sabbia)





La camminata, con sentiero ovviamente fatto da noi... ecco le tracce...








Ma nonostante la camminata Zara aveva voglia di giocare con la pallina....





e allora vai di scatti.... ("miei" e suoi..... :-D )









E finalmente giunge anche per lei il momento di riposare....





Ma il tempo inizia a farsi minaccioso..





E prendiamo la via del ritorno....




Ci sentiamo presto..... (almeno questa è l'intenzione)



Andrea



(P.S.: A tutte queste e alle future immagine immagini applicherò questa filigrana, in modo da evitare che queste mie foto vengano copiate, manipolate o altro.)


mercoledì 7 maggio 2014

Passeggiando sulla sponda veronese



Questa è una carrellata di fotografie, fatte durante una bella passeggiatina sul lago, in compagnia del "mio vecchio".


Su un pontile direzione Malcesine.




Guardando la val di sogno.... e le boe.....






La fauna del lago.... o meglio.... i veri abitanti del lago....






Un raggio di sole che passa attraverso la pineta, e si infrange sulla spiaggia e nell'acqua...




Non solo gli animali sentono l'arrivo della bella stagione, anche le piante lo sentono, e lo dimostrano a modo loro....






E per finire una panoramica dell'isola del Trimelone, ex polveriera...

(L'Isola di Trimelone, fortificata nel X secolo, si trova di fronte ad Assenza di Brenzone ed ha ospitato per decenni una polveriera dove vennero raccolti, e poi fatti esplodere nelle cave di Torri e di Caprino, oltre cento mila pezzi di varia artiglieria della prima e della seconda guerra mondiale, proiettili, granate, bombe incendiarie al fosforo e residuati bellici.
Oggi gli edifici militari, le casematte ed il fortino, sono chiusi, il vecchio scalo è stato smantellato e sembra che gabbiani e cormorani siano i padroni dell'isola.)

 


Bella giornata in totale tranquillità e relax.


A presto con post un po' più movimentati...

:-D



Andrea